Ristorante

Arcade, come il portico su cui spalanca i battenti. Sono appena sette i tavoli apparecchiati dentro il ristorante, in stile classico ed elegante. Al termine di 4 mesi di lavori, che hanno totalmente rinnovato i locali, Ekaterina ne ha curato l’allestimento, scegliendo tonalità crema e tovaglie bianche che raccolgono la luce diffusa; sul pavimento lo specchio del parquet, alle pareti un'elegante spatolatura.

La carta dei vini conta 400 etichette, con un percorso di abbinamenti che batte a tappeto il terroir marchigiano e la dernière vague naturale: Maria Pia Castelli, Fattoria Coroncino ma anche Stefano Legnani e i grandi friulani. Una predilezione naturale per il palato di Nikita, formato sui vini georgiani, macerati e vinificati in anfora, assaggiati da piccolo in Russia.